App per Ristoranti: conviene affidarsi ai big player o avere una propria app?

xMenu Gestione Ordini Ristorante e Pizzeria
App per fattorini per la gestione degli ordini
17 maggio 2018

App per Ristoranti: conviene affidarsi ai big player o avere una propria app?

app per ristoranti

Da quanto Just Eat, ancora nel lontano 2011 è entrata nel mercato italiano, il mondo della ristorazione è cambiato e con esso anche le nostre abitudini. Sembrano passati secoli ma si tratta solo di pochi anni. E’ quello che succede quando una startup innovativa entra in un mercato e ha un impatto di tipo “disruptive” (distrugge il mercato o entra a forza in un nuovo mercato). Per chi è curioso, qui i dati di Just Eat Group, davvero impressionanti i 24 milioni di clienti al mondo o gli oltre 93 mila ristoranti.

Quali sono le startup del delivery?

nexus_xmenu_fastOltre alla sopra citata Just Eat in Italia ne operano varie, dalle grandi multinazionali a “piccole” startup italiane che ne hanno copiato il modello. Tra le varie citiamo Deliveroo, nata nel 2013, che ha avuto un grande impatto nell’economia del Regno Unito dove in pochi anni ha contribuito ad aumentare il fatturato del paese di ben 460 milioni di sterline. Foodora che opera in 9 paesi, Italia compresa, anche se recentemente ha dichiarato di voler uscire dal mercato italiano e di concentrarsi su stati dove ha un tasso di crescita maggiore come Austria e Canada. Tra le varie motivazioni dell’abbandono anche le recenti problematiche con i fattorini/raiders. L’ultima grande entrata è Uber Eats, che è entrata nel mercato del food delivery nel 2014 ed è in forte espansione. Ha la caratteristica che è possibile tracciare dall’app i movimenti del fattorino, come succede nell’utilizzo per i taxi.

Oltre alle grandi aziende ci sono startup italiane che operano sia nelle città dove sono presenti i grossi gruppi, sia in città (principalmente del sud) dove al momento i colossi non sono presenti. Tra le varie citiamo MyMenu, Moovenda, Foodracers e Alfonsino che permette di ordinare attraverso un bot di Facebook Messenger anche se, a mio avviso, è più semplice e veloce ordinare via web o app.


Conviene affidarsi ai big player o avere una propria app?

il tuo sito, la tua appPer chi lavora nel mondo della ristorazione è una bella domanda e la risposta, anche se scontata, varia molto se viene dall’utente che ordina online o dal ristorante che riceve le ordinazioni. La persona che ordina cibo a domicilio sicuramente preferisce il servizio che propongono i big della delivery come Justeat, Deliveroo o UberEats in quanto, lato utente, hanno un servizio pensato apposta per loro, mi riferisco alla possibilità di scegliere tra molti ristoranti, leggere le recensioni, e vedere chi è in promozione. Il servizio che offrono è efficiente ed è pensato, in ottica aziendale, nell’andare incontro alle esigenze dei consumatori ma non dei ristoranti.

Ma per un ristorante la risposta è la stessa?

Prima di sbilanciarci analizziamo vantaggi e svantaggi perchè, come tutti i servizi, ci sono entrambi.

Vantaggi per il ristorante

  • possibilità di acquisire nuovi clienti senza investire nulla a livello di marketing
  • offrire un servizio innovativo (ordini da web o da app) a costo zero
  • possibilità di effettuare servizio di consegna a domicilio senza assumere dei fattorini

Svantaggi per il ristorante

  • percentuale di costo elevato intorno al 12-18% a seconda della tipologia e zona (delivery escluso)
  • fidelizzazione del cliente su sistemi esterni e non su un sistema proprio
  • necessità di fare promozioni per essere evidenziati tra le prime attività selezionate

Riassumendo possiamo dire che un ristorante utilizzando i servizi di piattaforme come Justeat, Deliveroo o altri del settore che hanno la medesima formula, riesce ad acquisire nuovi clienti (e di conseguenza aumentare il fatturato) ma dopo un periodo iniziale si ritrova gli stessi clienti, ormai fidelizzati, che continuano ad ordinare su canali altrui con un costo per il ristoratore non da poco. Per un pizzaiolo non è piacevole infatti avere un costo del 15% su ogni ordine di un cliente acquisito e fidelizzato proprio per la bontà della sua pizza.

Quindi come comportarsi per fidelizzare il cliente e non pagare una commissione del 15%?

Si deve lavorare su due fronti: da una parte mantenere il proprio ristorante sulle piattaforme di terzi, dall’altra organizzarsi per dirottare i clienti acquisiti su una piattaforma propria.

Noi di xMenu facciamo proprio questo, andiamo incontro alle esigenze dei ristoratori. Sviluppiamo per ogni ristorante una propria app ed un proprio sito per permettere ai propri clienti di ordinare attraverso il suo servizio.

Il nostro prodotto non è solo un sistema per ordinare online ma va anche incontro alle esigenze del ristoratore con strumenti di marketing per ristoranti che permettono di fidelizzare il cliente. Qui alcuni esempi:

  • inviare notifiche push a tutti i clienti hanno scaricato l’app
  • creare buoni sconto a seconda alle proprie esigenze (qui trovi tutto quello che è possibile creare con xMenu)
  • inviare newsletter grazie all’integrazione con mailchimp
  • estrapolare i dati in excel
  • consultare storico ordini, fatturato e nr ordini per cliente

flyer A5 ristoranti xMenu

Vuoi maggiori informazioni sul nostro servizio? Contattaci