Come fidelizzare un cliente con una tua app per ristoranti o pizzerie

xMenu Gestione Ordini Ristorante e Pizzeria
App gestione consegne e ordini per fattorini o riders
17 maggio 2018
Come creare un sito web gratuito con Google Sites
7 febbraio 2019

Come fidelizzare un cliente con una tua app per ristoranti o pizzerie

LA TUA APP

Hai un ristorante o una attività ristorativa?

Fai consegne a domicilio o hai un servizio da asporto?

Ricevi gli ordini al telefono?

Il "vecchio sistema" ti impone di tenere una persona del tuo staff occupata al telefono e spesso si creano problematiche di comprensione dei dati del clienti come indirizzo o il numero di telefono

Utilizzi piattaforme di terzi?

Le piattaforme di delivery come Justeat, Deliveroo o UberEats, solo per citarne alcune, offrono un servizio che ha vantaggi e svantaggi. Vediamone i principali.

Vantaggi

  • Acquisizione nuovi clienti (se non hai un brand forte)
  • Offri ai tuoi clienti un servizio innovativo (ordini da web o da app) senza sostenere un costo fisso iniziale

Svantaggi

  • Alti costi di commissione, intorno al 15%
  • I clienti non sono più fidelizzati a te ma a loro
  • L’entrata di un nuovo competitor (ristorante o pizzeria) potrebbe portarti via i clienti

Che problemi nascono?

Nel medio-lungo periodo i clienti si fidelizzano alle piattaforme, continuano ad utilizzarle e ti trovi a pagare una commissione su un cliente già tuo.

Quali conseguenze comportano?


I dati dei clienti non sono tuoi. Non hai nome, mail o telefono e non puoi comunicare con loro


I tuoi clienti fidelizzati ora ordinano dalle piattaforme esterne


I dati dei tuoi clienti vengono utilizzati dalle piattaforme per promuovere nuovi locali


Le commissioni iniziano a pesare sul fatturato annuale.


L'entrata nel sistema di un nuovo ristorante potrebbe portarti via i clienti

Come fidelizzare i clienti? Quali sono le soluzioni?

fidelizzare

La risposta è semplice....

i clienti devono ordinare da una piattaforma di tua proprietà, un tuo sito web o una tua app per ristoranti

Senape Lab e Verde Salvia, clienti xMenu

Devo togliermi dalle piattaforme?

Assolutamente no...

consigliamo di lavorare su due fronti: da una parte mantenere il proprio ristorante sulle piattaforme di terzi (a meno che il tuo brand non sia molto forte o la tua attività ristorativa sia molto particolare), dall'altra portare i clienti acquisiti su una piattaforma di tua proprietà.

Noi di xMenu facciamo proprio questo, andiamo incontro alle esigenze dei ristoratori. Sviluppiamo per ogni ristorante una propria piattaforma, app per ristorante - sito web dedicato - pannello di controllo, per permettere ai propri clienti di ordinare attraverso il proprio servizio. Il cliente non percepisce di essere su xMenu e tutto è sviluppato per essere un servizio diretto del ristorante.

banner xMenu

xMenu è anche una piattaforma di Marketing


invio di notifiche push ai clienti

buoni sconto a seconda delle proprie esigenze

invio di newsletter grazie all'integrazione con mailchimp



scopri di più

Prezzi

Vuoi conoscere la nostra offerta? Contattaci qui sotto

 
 

Quali sono le startup del delivery?

Da quanto Just Eat, ancora nel lontano 2011 è entrata nel mercato italiano, il mondo della ristorazione è cambiato e con esso anche le nostre abitudini. Sembrano passati secoli ma si tratta solo di pochi anni. E' quello che succede quando una startup innovativa entra in un mercato e ha un impatto di tipo "disruptive" (distrugge il mercato o entra a forza in un nuovo mercato). Per chi è curioso, qui i dati di Just Eat Group, davvero impressionanti i 24 milioni di clienti al mondo o gli oltre 93 mila ristoranti.

Le piattaforme e le app più utilizzare per ordinare online

Oltre alla sopra citata Just Eat in Italia ne operano varie, dalle grandi multinazionali a "piccole" startup italiane che ne hanno copiato il modello. Tra le varie citiamo Deliveroo, nata nel 2013, che ha avuto un grande impatto nell'economia del Regno Unito dove in pochi anni ha contribuito ad aumentare il fatturato del paese di ben 460 milioni di sterline. Foodora che opera in 9 paesi, Italia compresa, anche se recentemente ha dichiarato di voler uscire dal mercato italiano e di concentrarsi su stati dove ha un tasso di crescita maggiore come Austria e Canada. Tra le varie motivazioni dell'abbandono anche le recenti problematiche con i fattorini/raiders. L'ultima grande entrata è Uber Eats, che è entrata nel mercato del food delivery nel 2014 ed è in forte espansione. Ha la caratteristica che è possibile tracciare dall'app i movimenti del fattorino, come succede nell'utilizzo per i taxi.

Oltre alle grandi aziende ci sono startup italiane che operano sia nelle città dove sono presenti i grossi gruppi, sia in città (principalmente del sud) dove al momento i colossi non sono presenti. Tra le varie citiamo MyMenu, Moovenda, Foodracers e Alfonsino che permette di ordinare attraverso un bot di Facebook Messenger anche se, a mio avviso, è più semplice e veloce ordinare via web o app.