Google: il nuovo algoritmo privilegia i siti Mobile-friendly

facebook restaurant
Facebook per ristorante o pizzeria | parte 2
10 aprile 2015
smart menu
Il nuovo servizio di xMenu: menu digitale in multilingua
27 maggio 2015

Google: il nuovo algoritmo privilegia i siti Mobile-friendly

google mobile friendly

Il termine mobile-friendly è diventato una prerogativa quando si parla di siti web. Per chi non lo sapesse si definiscono “mobile-friendly” quei siti che a seconda del dispositivo su cui vengono visualizzati (smartphone, tablet o pc) si adattano allo schermo rendondoli chiari e ben leggibili. Ne è un esempio il nostro sito xmenu.

xmenu desktop

Immagine desktop pc

 

Il 21 aprile 2015 ha rappresentato senza dubbio una data molto importante per i webmaster e per gli esperti di SEO, Search Engine Optimization, un termine che indica quei particolari interventi di ottimizzazione finalizzati a migliorare il posizionamento di un sito Internet all’interno dei motori di ricerca.

E’ noto a tutti, oramai, come l’aspetto SEO abbia una rilevanza notevole: un sito web collocato tra i primi risultati di Google, ovviamente a seguito di determinate ricerche da parte di chi naviga, non può che garantire un notevole ritorno in termini di visibilità e di numero di accessi mensili, di conseguenza tali ottimizzazioni sono considerate uno strumento di Web Marketing davvero molto potente.

Che cosa è accaduto, dunque, lo scorso 21 aprile?

In questa data, come aveva ufficialmente preannunciato tempo addietro, Google ha reso attivo un nuovo algoritmo che è già stato battezzato, in rete, come Mobilegeddon: questa innovazione introdotta dal colosso di Mountain View prevede sostanzialmente che i cosiddetti siti Responsive, dunque quei siti che hanno una struttura in grado di garantire un’esperienza di navigazione ottimale anche attraverso Mobile, vengano privilegiati sul piano SEO, a scapito di tutti gli altri.

xmenu smartphone

immagine smartphone

Tutti i siti Internet che, da questo punto di vista, non sono attrezzati, rischiano dunque delle pesanti penalizzazioni a livello di posizionamento nei motori di ricerca: Google sembra assolutamente intenzionato a rendere la qualità della navigazione Mobile un aspetto davvero molto importante dal punto di vista SEO, dunque è assolutamente indispensabile effettuare dei restyling mirati rivolgendosi ad una web agency specializzata prima che il motore di ricerca valuti in modo negativo il sito web in questione.

Cosa significa tutto questo per un ristorante o una pizzeria? Quando una persona ti cerca su google, ad esempio pizzerie a Roma, se hai un sito mobile-friendly sarai posizionato più in alto, altrimenti se il tuo sito web è a vecchio stampo probabilmente se prima eri in prima pagina col tempo google farà avanzare i siti dei tuoi competitor.

Google, d’altronde, ha voluto questa innovazione sulla base di una consapevolezza: il 60% delle odierne navigazioni avviene da Mobile, percentuale che, ovviamente, è destinata a crescere in modo ulteriore in futuro, dunque tale aspetto qualitativo non può essere escluso dai criteri influenti sul posizionamento.

Insomma, il nuovo algoritmo di Google non deve assolutamente essere sottovalutato, e rimodernare siti web ormai obsoleti è assolutamente necessario se si vuol conservare una buona visibilità online.

Lo stesso Google ha messo a disposizione di tutti i webmaster il tool “Mobile Friendly”: è sufficiente inserire, in questa pagina web, il link del sito di interesse per sapere se risponde o meno ai criteri qualitativi fissati dallo stesso motore di ricerca per quel che riguarda la navigazione da Mobile.

In caso di responso negativo, come detto, non bisogna temporeggiare nell’effettuare il necessario restyling strutturale: secondo gli esperti, attualmente, dal punto di vista del posizionamento in Google “rischiano” in modo consistente anche siti web di multinazionali e grandi aziende, nonché siti di atenei universitari ed altri importanti siti istituzionali.